Georgia: la storia, la geografia e la morfologia

La Georgia è uno Stato transcaucasico, affacciato sul Mar Nero e situato sulla linea di demarcazione che separa l'Europa dall'Asia, considerato, a seconda della definizione del confine tra i due continenti, come appartenente all'Europa orientale oppure all'Asia occidentale. Dal punto di vista storico-culturale la Georgia è tuttavia considerato un paese europeo. Già repubblica dell'Unione Sovietica, confina a nord e a nord-est con la Russia, a sud con la Turchia e l'Armenia, a sud-est con l'Azerbaigian, e a ovest col Mar Nero. La Georgia ha una popolazione di 4 989 000 abitanti e la sua capitale è Tbilisi.

La storia

I georgiani chiamano se stessi Kartvelebi, la loro terra Sakartvelo, e la loro lingua Kartuli. Questi nomi derivano da un capo pagano chiamato Kartlos, considerato il padre di tutti i Georgiani. Il nome Georgia, dato dagli stranieri e usato in larga parte del mondo, proviene dal greco georg, che indica l'agricoltura. Il termine è stato anche ricondotto al nome di San Giorgio (il santo patrono del paese), o a γεωργία (gheorghía, coltivata). Il mondo antico ha conosciuto gli abitanti della parte orientale della Georgia come Iberiani, dal regno caucasico di Iberia - confondendo così i geografi dell'antichità, che hanno pensato questo nome applicato soltanto agli abitanti della penisola iberica.
foto della georgia

La geografia

Situata nel Caucaso meridionale, bagnata ad ovest dal Mar Nero lungo una costa di 310 km, la Georgia ha un territorio prevalentemente montuoso, dominato dalla catena del Caucaso. A nord si staglia il Gran Caucaso dove si trova la cima più alta costituita dal Gora Kazbeg (5048 m), che funge da confine con la Federazione russa per 723 km; a sud c'è il Caucaso Minore le cui vette non superano i 3500 m e che fa da confine con la Turchia per 252 km e l'Armenia per 164 km.

In Europa o in Asia?

Dal punto di vista storico-culturale la Georgia è considerato un paese europeo, più controverso è se lo sia anche da un punto di vista geografico. Considerando la depressione del Kuma-Manych come confine tra Europa ed Asia, il territorio del paese ricadrebbe infatti nel continente asiatico, mentre nel caso si ponga tale confine lungo lo spartiacque caucasico oppure sulla linea dei fiumi Kura e Rioni, allora la maggior parte del territorio della Georgia ricadrebbe anche in Europa. Molte importanti enciclopedie o pubblicazioni geografiche pongono lo stato nel Continente europeo, anche nel caso che si consideri una sua parte come Asia.

La morfologia

Tra le due catene montuose si aprono due valli fluviali: Il fiume principale della Georgia è il Kura che nasce in Turchia, percorre 1520 km e sfocia nel Mar Caspio, in Azerbaigian. Il monte più alto è il Shkhara, alto 5204 m.